Homepage ECASS

Reparto  _Esposizione a Contaminanti in Aria, Suolo e da Stili di vita  (ECASS)

Responsabile: Dott.ssa Maria Rosaria MILANA Personale  

MISSION

Il reparto  “Esposizione a contaminanti in aria, suolo e da stili di vita” considera il concetto “ambiente” in modo più esteso rispetto alle tematiche classiche. L’attività è dedicata allo studio dell’esposizione della popolazione a contaminanti nell’aria (indoor e outdoor), nei suoli, nei sedimenti derivanti da sorgenti naturali ed antropiche, in contesti urbani, industriali, rurali in relazione all’immissione intenzionale da parte dell’uomo (es. fitosanitari, materiali in contatto con l’uomo e il suo habitat), agli stili di vita e comportamenti delle popolazioni, con particolare attenzione ai gruppi più vulnerabili di popolazione (bambini,anziani). In tale contesto vengono integrate attività di ricerca, di controllo e di valutazione, che insieme concorrono a formare, mantenere e accrescere la conoscenza tecnico-scientifica del personale nei diversi settori citati, garantendo un elevato livello di competenza nella risposta istituzionale.

L’approccio metodologico segue alcuni passaggi fondamentali:

  • Caratterizzazione chimico fisica e di pericolo degli inquinanti, delle sostanze e/o materiali inclusi i nanomateriali, e le fibre d’interesse sanitario individuate nella diversa fonte di esposizione. Studio delle fonti di emissione primarie e/o secondarie. Individuazione, studio dei fenomeni e meccanismi di trasporto che determinano il destino dei contaminanti e portano le sostanze in contatto con l’uomo. Tools: campionatori ambientali e/o individuali, studi di migrazione, analisi chimica qualitativa, analisi morfologica, banche dati,
  • Determinazione della quantità (dose esterna) potenzialmente disponibile per l’esposizione umana. Tools: analisi chimica quantitativa (qualità dei dati), analisi morfologica, modelli di trasporto in/da varie matrici.
  • Individuazione di scenari di esposizione secondo modelli concettuali di riferimento o sviluppati ad hoc per popolazione generale e gruppi vulnerabili in relazione a stili di vita, comportamenti, contesti territoriali; Tools: banche dati e/o modellistica ad hoc.
  • Valutazione della esposizione “esterna” (aggregata e cumulata) per le diverse fasce di popolazione e identificazione dei gruppi a maggior rischio. Tools: expertise integrata.

SETTORI  DI ATTIVITÀ

Ricerca Istituzionale:

Il reparto svolge  attività istituzionali sperimentali e valutative  su richiesta  delle Amministrazioni pubbliche centrali e territoriali, nazionali e internazionali su tematiche specifiche quali:

  • inquinanti dell’aria (indoor e outdoor) convenzionali e non, a maggiore impatto per la salute umana (es. microinquinanti organici e inorganici, amianto e altre fibre di interesse sanitario), in aree urbane (scuole, ospedali, uffici),  rurali e in emissioni industriali
  • suoli contaminati a diversa destinazione d’uso, sedimenti, Siti di Interesse Nazionale. Rischi igienico-sanitari correlati alla gestione dei rifiuti
  • interazione materiali/uomo/habitat e identificazione dei meccanismi di esposizione a sostanze chimiche (diretta o mediata)
  • fitofarmaci e loro residui presenti nelle varie matrici  (alimentari, ambientali) e  la loro interazione con l’uomo e l’ambiente
  • simulazione e modellizzazione: studio della dispersione nell’ambiente e identificazione delle fonti di esposizione umana
  • metodiche e tecniche avanzate per l’analisi chimica di sostanze a basse concentrazioni, loro validazione e accreditamento.

Il reparto è sede di 4  Laboratori Nazionali di Riferimento, tre di questi si occupano dei residui di fitosanitari in alimenti e un quarto di materiali a contatto con gli alimenti. I laboratori sono accreditati ISO IEC 17025.

Attività Istituzionali  principali

  • aggiornamento Banche Dati (ISS/INAIL e Banca Dati Bonifiche)
  • analisi chimiche di prima e seconda istanza su materiali a contatto con alimenti, prodotti fitosanitari (analisi quali-quantitativa di sostanze attive, impurezza, proprietà chimico-fisiche), residui di fitofarmaci; sviluppo, validazione e accreditamento  ISO IEC 17025 di metodi di analisi strumentali
  • analisi di Rischio sito-specifiche secondo Parte Quarta Titolo V del D. Lgs. 152/06
  • gestione della contaminazione di suoli e rifiuti finalizzata alla mitigazione del rischio
  • gestione della stazione di monitoraggio della Qualità dell’Aria dell’Istituto Superiore di Sanità (ISS) appartenente alla Rete Speciale Italiana
  • gestione rifiuti ISS.
  • gruppi di lavoro internazionali ( es. Unione Europea, EFSA, Consiglio di Europa, CIPAC COI)
  • gruppo di Studio Nazionale Inquinamento  Indoor
  • individuazione di contaminanti e definizione di concentrazione limite come previsto dalla Legge n. 116 11 agosto 2014
  • pareri per il Ministero della Salute sui dossier di registrazione per l’immissione in commercio dei prodotti fitosanitari e loro sostanze attive
  • pareri per il Ministero della Salute sui dossier di richiesta di ammissione di nuove sostanze o materiali per contatto alimentare
  • pareri su contaminazione dei suoli a diversa destinazione d’uso e sedimenti, nei SIN e non. Analisi di rischio sito-specifica con uso di modellistica
  • recepimento delle Direttive comunitarie
  • risposta ad emergenze ambientali
  • supporto al Ministero della Salute per le procedure di VIA (valutazione di impatto sanitario), AIA (autorizzazione ambientale integrata)
  • valutazione del rischio sanitario connesso alla contaminazione di suoli a destinazioni d’uso diverso e/o interessati da attività di smaltimento rifiuti
  • valutazione di impatto sanitario (VIS) in relazione alle procedure di VIA
  • valutazioni relative all’esposizione ambientale e della popolazione ai prodotti fitosanitari e loro residui
  • valutazione dell’esposizione della popolazione connessa alla contaminazione ambientale in Siti di interesse Nazionale o non definiti tali

Terza missione

Il reparto svolge attività  finalizzata al trasferimento di conoscenze  scientifiche e tecniche:

  • sviluppa attività  formative rivolte al personale di Amministrazioni pubbliche centrali e territoriali
  • effettua seminari, corsi, e stesura di Linee guida per offrire un’ampia definizione della buona pratica professionale agli operatori territoriali
  • rilascia interviste a giornali e riviste scientifiche e divulgative e partecipando a trasmissioni televisive e radiofoniche sul rischio da materiali
  • collabora con il Portale della conoscenza dell’Istituto Superiore di Sanità
  • individua i idonee modalità di comunicazione del rischio in materia di contaminazione del suolo e dei rifiuti
  • partecipa a convegni, eventi divulgativi, seminari a carattere nazionale e internazionale a vari livelli: invited -speaker, main lectures, presentazioni, poster, etc.

 

AREE DI SVILUPPO FUTURO

Si riassumono  quattro linee  di sviluppo trasversali a tutti i settori tematici del Reparto:

  • QUALITA’ DEI DATI DI CONTAMINAZIONE: Sviluppo di metodi e tecniche di indagine analitica. Strategie di campionamento, analisi e quantificazione delle sostanze presenti e/o migrabili in/da matrici ambientali quali aria, suolo, sedimenti, rifiuti e altre matrici solide (materiali, piante, formulati), liquide (prodotti fitosanitari) o altre matrici complesse identificate come fonti di esposizione umana. Tecniche di monitoraggio avanzate. (ACCREDITAMENTO)
  • STUDIO DI MODELLI PREDITTIVI Approfondimento e aggiornamento continuo sulle modellistiche utili per la stima previsionale del potenziale di esposizione umana a contaminanti. Sviluppo di parametri ad hoc per la modellizzazione del comportamento di contaminanti derivanti da inquinamento ambientale, attività antropiche e stili di vita.
  • USO E VALUTAZIONE DI SCENARI DI ESPOSIZIONE: Studio di banche dati mondiali su consumi, scenari, riferimenti ponderali, parametri fisici e biologici. Statistiche di distribuzione, modelli deterministici e stocastici. Approcci mondiali all’individuazione di scenari di esposizione.
  • NANOMATERIALI E INTERAZIONE CON UOMO E HABITAT. Sviluppo di strategie di valutazione dell’esposizione per studio di interazioni fra nanomateriali in diverse matrici (aria, suolo, manufatti etc), uomo e habitat: studio delle fonti, strategie di campionamento, analisi quali quantitativa, scenari di esposizione, valutazione del rischio.

 

REPARTO ECASS Progetti in corso

PERSONALE del Reparto ECASS

PUBBLICAZIONI REPARTO ECASS 2018

PUBBLICAZIONI REPARTO ECASS 2017

PUBBLICAZIONI REPARTO ECASS 2016

PUBBLICAZIONI REPARTO ECASS 2015

PUBBLICAZIONI REPARTO ECASS 2014

home di Dipartimento->

 

 

 

 

I commenti sono chiusi.